fbpx

Le coppette in argento per capezzoli calma ragadi

Pubblicità

Durante il periodo della quarantena per la prima e per il secondo figlio ho avuto problemi con l’allattamento per motivi diversi, ma in entrambi i casi per la presenza delle ragadi. Per fortuna non ho avuto la mastite, perciò non ho mai dovuto interrompere il naturale “flusso” degli eventi. Avvertivo un forte dolore al seno destro per i primi sessanta secondi durante i quali si attaccava il bebè. Mi ricordo che stringevo i denti, guardavo verso l’alto e rigiravo gli occhi dal dolore. Passati quei lunghissimi sessanta secondi, arrivava la calma e continuavo ad allattare senza dolore. Spesso a mia mamma, venutami in soccorso durante i primi venti giorni di ogni parto, dicevo che non mi piaceva allattare, che mi faceva troppo male . Lei insisteva e mi rassicurava. Continua, tienti duro, gli anticorpi che passi ai tuoi figli i primi tempi sono fondamentali! Aveva ragione. L’allattamento al seno ha molti lati positivi. Certo però quando il dolore delle ragadi o della mastite è così forte è altrettanto facile desiderare di smettere e di cominciare con l’allattamento al biberon. Sia l’ostetrica che la pediatra mi spronavano a continuare, a tenere duro. Tutti intorno a me volevano decidere sulle mie tette! Alla fine desici io stessa di continuare, una mamma si dovrà anche un po’ sacrificare per il figlio, pensai. Mi ricordo che quando allattavo al seno sinistro dove tutto filava liscio provavo una sensazione di pace di serenità, un contatto diretto con i miei figli, sapevo che stavo facendo per loro qualcosa di davvero importante, dargli attaccamento, sicurezza, conforto, nutrimento. Non sono una fanatica e un’ostinata dell’allattamento al seno. Come vi ho già raccontato avrei forse esitato nel continuare, ma la spinta di mia mamma da una parte, quella dell’ostetrica e della pediatra dall’altra, insieme alla mia consapevolezza, mi hanno fatto scegliere di andare avanti. Oggi ne sono contenta. E contenta fui pure molto quando mia cognata mi regalò le coppette d’argento per capezzoli per prevenire o curare le ragadi. Che sopresa, ancora la ringrazio. Non solo, oggi come oggi è un altro articolo che consiglio alle donne che stanno per partorire. Proprio in questi giorni mi capiterà di regalarle a una mia cara amica che ha partorito da quattro giorni. Da quando ho cominciato ad usarli non solo si è attenuato il dolore, ma anche le ferite. Quando mi capitò poi di fare il controllo, mostrai le coppette d’argento alla pediatra a Barcellona, non le conosceva. Considerato che in Catalogna non le vendono, la pediatra mi chiese se poteva fargli una foto. Mentre le raccontai che mi avevano alleviato il dolore al seno destro, lei gli scattò due foto. Mi auguro che così facendo abbia potuto consigliarle ad altre mamme, anche se non so a Barcellona dove avrebbero potute comprarle! A tal proposito, neomamme, vi lascio un link sotto dove acquistarle con sicurezza su Amazon. Le recensioni sono ottime, come potrete leggere. Dalla pagina su Amazon questo prodotto è presentato così:

L’ organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di nutrire il tuo bambino allattandolo al seno entro i primi 6 mesi, mentre con i cibi solidi fino a 2 anni. Molte mamme sperimentano lamentele significative durante l’ allattamento già nei primi giorni, settimane e mesi. A causa del dolore intenso provocato da capezzoli doloranti, molte donne smettono di allattare e utilizzano il latte artificiale. Questo sminuisce tutti i vantaggi di un allattamento naturale al seno.

Tutto questo può cambiare. I paracapezzoli in argento Livella sono la soluzione. Consentono un allattamento naturale.

Noi di Livella assicuriamo a te e al tuo bambino un periodo di cura piacevole e intimo.

Come funzionano le coppe in argento Livella?

Germi, funghi e virus disturbano e impediscono il processo di guarigione della pelle. L’effetto antimicrobico dell’ argento 999 impedisce la crescita di tali germi può persino eliminarli. Gli ioni d’argento in argento puro attaccano i batteri e li neutralizzano, cosi le ferite guariscono più velocemente. Le coppe in argento possono essere usate anche in senso preventivo- prevengono le infiammazioni e accelerano il processo di guarigione della pelle.

Perche usare le coppe in argento Livella?

  1. Le coppe si attaccano dolcemente senza provocare ferite alla pelle
  2. proteggono i capezzoli senza attaccarsi ai vestiti evitando irritazioni
  3. Le ragadi si asciugano facilmente, visto che non vengono a contatto con il latte materno

Acquistando tramite i link Amazon che vi propongo qui di seguito, che sia attraverso account spagnolo o italiano, contribuirete a mantenere in vita questo blog

LINK PER ACQUISTI CON ACCOUNT SPAGNOLO AMAZON.ES

LINK PER ACQUISTI CON ACCOUNT ITALIANO AMAZON.IT

Mia cognata mi regalò quelle della Depofarma. Se vi interessa acquistarle vi lascio il link qui sotto

A voi è capitato di usarle, che ne pensate?

Se vi va lasciate un commento e iscrivetevi al mio blog

Pubblicità

Chiara Elia

Nasco a Roma il 18 gennaio 1980. Ho due bambini piccoli, una femmina e un maschio. Sono laureata in Sociologia indirizzo di Comunicazione e Mass Media (tesi di laurea in Sociologia della Famiglia). Ho pubblicato tre libri di poesie, due di favole e un romanzo. Vivo a Barcellona dal 2013. Parlo italiano, inglese, spagnolo e catalano. Ho studiato danza flamenca per più di dieci anni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!